giovedì 3 settembre 2015

Ughi e Noa stasera a Cervere. Un Anfiteatro dell'Anima

LA STAMPA

Cuneo

Ughi a Cervere inaugura

l’Anfiteatro dell’Anima

«Un luogo che evoca mistero. Solenne e quasi mistico. I dolci declivi delle Langhe benedette d’ubertà e il Monviso che si erge nel cielo simile a un’anima in contemplazione. Un soffio d’infinito». Uto Ughi ha dedicato questi versi poetici all’Anfiteatro dell’Anima, il teatro greco di Grinzano di Cervere, realizzato da Ivan Chiarlo in sinergia con la sorella Natascia, che il Maestro inaugurerà stasera, alle 19,45, dopo il buffet ad inviti. 

Sempre stasera a Cervere si apre anche la decima edizione del Festival La Santità Sconosciuta – Piemonte Terra di Santi, organizzata dai fratelli Chiarlo con l’associazione Arturo Toscanini. Sul palco «en plein air» salirà la cantante israeliana Noa per tenere il primo concerto del cartellone. Uto Ughi sarà ancora ospite della rassegna tre volte: il 16 settembre, all’Abbazia di Staffarda, il 17 nel castello della Manta per una «masterclass a porte aperte» e il 20 ottobre, ancora a Staffarda con l’Orchestra Giovani talenti italiani con cui leggerà i sonetti e commenterà le «Quattro Stagioni» di Vivaldi. Quest’ultimo concerto era in programma domani nell’Anfiteatro, ma è stato rinviato per il meteo sfavorevole.

La cantante israeliana Noa porta, alle 20,15, nel teatro greco il «Love Medicine tour», con cui presenta l’ultimo lavoro discografico, realizzato con Gil Dor, il suo collaboratore storico nella doppia veste direttore musicale e chitarrista che l’accompagnerà nel concerto, insieme con Adam Ben Ezra al basso, e Gadi Seri alla batteria. L’album raccoglie brani ispirati dai luoghi più emozionanti che Noa ha conosciuto e nei quali si esibita, fra cui l’Abbazia di Staffarda dove è nato il legame artistico con i fratelli Chiarlo e «La Santità Sconosciuta». I biglietti costano da 12 a 35 euro. 

Per informazioni www.associazionetoscanini.it. [v. p.]