lunedì 29 febbraio 2016

Ponente, una "pioggia" di polemiche...

LA STAMPA

Imperia

LA TEMUTISSIMA ONDATA di maltempo non si e’ verificata. DISDETTE NEGLI HOTEL, Pilati (federalberghi): «SERVONO previsioni certe per il turismo del weekend»

Meteo, una “pioggia” di polemiche

Stato di allerta giallo fino alle 13 di oggi, ieri forte vento ma nessuna emergenza

Lo stato di allerta è sceso da arancione a giallo (fino alle 13 di oggi). In Riviera non manca però una «pioggia» di polemiche per un’ondata di forte maltempo annunciata ma che non si è fatta vedere, almeno su tutte le località turistiche dove l’effetto prevenzione ha portato anche a disdette da parte di turisti che avevano prenotato camere d’albergo all’inizio della settimana scorsa. Se da una parte il dispositivo di allerta e prevenzione è indispensabile e doveroso per l’incolumità dei cittadini, dall’altra c’è forte perplessità sugli eventi meteo previsti ma non verificatisi (o quasi). 

La giornata di ieri ha visto precipitazioni soprattutto nell’entroterra (con punte di 40 mm di pioggia) e con una ventina di centimetri di neve a Monte Bignone, sul Faudo, su Toraggio e in Valle Arroscia. Su Sanremo, Imperia, Bordighera e sul Dianese la pioggia è iniziata a cadere solo nel tardo pomeriggio associata a raffiche di vento che sporadicamente hanno superato gli 80 km/h (la quota neve in serata è scesa a 800 metri di altitudine). Le raffiche hanno ingrossato non poco il moto ondoso, con mareggiate che hanno interessato progressivamente un po’ tutta la Riviera ma soprattutto Bordighera e Ospedaletti. Stamattina i fenomeni dovrebbero essere in diminuzione, eccezion fatta per venti e mare.

Achille Pennellatore di Meteo Portosole ha spiegato come le «previsioni spaventose» che le carte avevano indicato martedì scorso sono progressivamente cambiate, con il vento che ha frammentato il fronte della perturbazione soprattutto sulla costa. Ma nella testa di tutti quell’aggettivo è rimasto in maniera indelebile nonostante Pennellatore stesso continuasse a ripetere che per lui l’allerta fosse solo gialla. «Ho visto una sufficiente panoramica dai vari telegiornali - spiega - e devo dire che per tutto il territorio ligure preso nel suo insieme, non è che con il meteo di venerdì ci sono andato molto lontano dalla realtà. Solo per l’estremo Ponente, con il Grecale che ha molto parzializzato la pioggia». Nei suoi bollettini Pennellatore ha sempre parlato di allerta gialla, soprattutto per la neve nell’entroterra e per la forza del vento. 

Sul fronte del caso-alberghi interviene Americo Pilati di Federalberghi: «Non abbiamo bisogno di primedonne nelle previsioni del tempo, ma di certezze, perchè soprattutto per il turismo dei fine settimana le previsioni sono vitali per l’economia legate alle presenze turistiche. La Liguria è lunga 350 km e chi si occupa di previsioni a livello nazionale si ostina a non tenerne conto, a mettere un solo simbolo sulla nostra regione. Il Ponente è caratterizzato da un microclima che ha bisogno della massina attenzione e che è una sua peculiarità. Continuerò a battermi perchè esista una differenziazione». 


giulio gavino


   Copyright 2016 La Stampa