mercoledì 7 giugno 2017

Dal Fedro di Platone. Thamus a Theuth: il tuo sapere è solo apparente...

LA STAMPA

Cultura

Platone: un sapere

solo apparente

Questa scoperta [la scrittura], per la mancanza di esercizio della memoria, produrrà nell’anima di coloro che la impareranno la dimenticanza, perché fidandosi della scrittura ricorderanno dal di fuori mediante caratteri estranei, non dal di dentro e da sé stessi; perciò tu [chi parla è l’immaginario faraone Thamus, che si rivolge al dio Theuth inventore della scrittura] hai scoperto il farmaco non della memoria, ma del richiamare alla memoria. Della sapienza tu procuri ai tuoi discepoli l’apparenza, non la verità: ascoltando per tuo tramite molte cose senza insegnamento, crederanno di conoscere molte cose, mentre per lo più le ignorano, e la loro compagnia sarà molesta, poiché sono divenuti portatori di opinione anziché sapienti.

[dal Fedro di Platone]