martedì 1 marzo 2016

I vicini sono sempre normali Specie quando fanno una strage (il nuovo libro di Culicchia)

LA STAMPA

Cultura


Mi sono perso in un luogo comune, il nuovo libro di Giuseppe Culicchia

AFFIDABILE Lo era la Volks-wagen. 
ALIMENTI Un tempo si mangiavano. Oggi si passano. 
ARMADI
 Qualora si decida di buttarsi in politica tenere presente che i propri non contengono solo abiti. 
ASFALTO
 Quando in estate la temperatura è sui 40 gradi e in autostrada si viaggia, va da sé, a passo di lumaca per raggiungere il luogo dove si è deciso di trascorrere le vacanze e ci s’imbatte in un gruppo di operai dell’Anas che posano l’asfalto, ricordarsi di dire: «Che lavoro, con ’sto caldo...». 
BABBO NATALE 
Ogni anno, quando in tivù trasmettono la prima pubblicità della stagione che lo vede protagonista, esclamare: «Ma come? Hanno già attaccato con la pubblicità natalizia?». 
BOT
 Sono un investimento sicuro: non rendono nulla. 
CALDO
 Sempre eccezionale. Vedi Freddo. 
CARRETTA
 Sempre del mare. Solca quello che in apparenza è solo un mare, ma in realtà è un cimitero. 
CORVI
 Nidificano in Vaticano e nelle procure. 
DISFATTISTI 
Lo sono i giornali quando non osannano il governo di turno. 
ECCELLENZA 
Sempre italiana. 
ESUBERI
 Li si menziona se costretti a parlare di licenziamenti. Sempre dolorosi ma tuttavia necessari. 
FREDDO
 Sempre eccezionale. Vedi Caldo. 
GALOPPARE
 Lo fanno i prezzi. Intitolare: «Non si arresta la corsa dei prezzi». Da parte mia ricordo le preoccupazioni di mia madre, operaia tessile in pensione, quinta elementare, mai stata all’estero, alla vigilia dell’introduzione dell’Euro: «Diventeremo tutti più poveri». Io la rassicuravo mettendo su un’aria da uomo di mondo: «Ma figurati, cambia semplicemente la moneta, che cosa vuoi che succeda?» Dopodiché è successo. 
HEMINGWAY
 Noto inventore di cocktail. 
ILLIMITATO
 Un tempo poteva esserlo il progresso, oggi al massimo il numero di sms. 
LOTTERIA
 Usare questa parola quando si parla di concorsi nella pubblica amministrazione. La vince chi riesce a entrare in politica. 
MUTUI
 Si contraggono, come le malattie. Vi si ricorre anche per andare in vacanza. Dopo aver fatto la spesa dal verduriere o dal macellaio, ma pure al supermercato, scuotere la testa e constatare: «Ormai ci vuole un mutuo». 
NEGOZI
 Deprecare la loro progressiva scomparsa a causa del proliferare dei centri commerciali. Recarsi a fare la spesa ogni sabato al centro commerciale più vicino perché conviene. Comprare tutto il resto su Amazon oppure su eBay. 
ORIZZONTE
 La location dove si profilano i guai. 
PACCHIA
 La si evoca solo per decretarne l’estinzione. 
PAVLOV
 Aveva un cane, ma nessuno sa di che razza fosse. 
PENSIONATI
 Specie in via di estinzione. Massimi esperti di cantieri. 
PERCEPITE 
Lo sono le temperature, l’inflazione e la criminalità. 
POLITICA
 Attività assai redditizia che al di là del contenuto degli armadi si rivela in genere provvidenziale anche per le generazioni a venire, almeno per quelle della propria famiglia. 
QUALUNQUISTI
 Lo sono tutti quelli che criticano la classe politica. 
QUAQUARAQUÀ
 Se tentati di usarlo tenere presente che si può venire quaquerelati. 
QUESTIONE
 Sempre palestinese. 
RIFORME
 Definire come tali le controriforme. 
SCAMBISTI
 Non lavorano per le ferrovie. 
SINISTRA
 È indispensabile per l’attuazione di politiche di Destra senza dover incorrere in fastidiose proteste di piazza. 
SONDAGGI
 Non di rado inaffidabili, li si usa ostinatamente in caso di elezioni. Sottolineare, dopo averli sviscerati e commentati per un’ora: «Anche se, come sappiamo, è bene diffidare dei sondaggi». 
SPAZIO
 Quello cosmico ormai è una pattumiera. Presto vi si andrà in vacanza. 
STAGIONI
 Non sono più quelle di una volta. Ricordare: «Non esistono più». Aggiungere: «Ormai quando si esce di casa non si sa più che cosa mettersi». Controllare compulsivamente le previsioni digitando su Google il nome della località in cui si vuole andare seguito dalla parola «meteo». Io a volte, anche se sono a Torino e mi basterebbe dare un’occhiata fuori dalla finestra prima di uscire di casa, digito su Google «Torino» e «meteo». Se c’è scritto sole, guardo fuori dalla finestra e mi dico che in effetti c’è il sole. Se c’è scritto pioggia, guardo fuori dalla finestra e constato che in effetti piove. 
TAGLI
 Sempre necessari, seppure spesso dolorosi. I primi si fanno sulla cultura, anche se la si è appena definita «la principale risorsa del Paese». Seguono scuola e sanità, oppure sanità e scuola. 
TOUR EIFFEL 
Dire sempre: «Guarda, adesso schiocco le dita e lei si spegne». 
UBER
 Un tempo, nella forma con la dieresi, era seguito da «Alles», e metteva in ansia tutti i Paesi confinanti con la Germania. Ora mette in ansia i taxisti e i loro famigliari. 
VICINI 
Sempre normali, specie quando commettono una strage. 
WHATSAPP
 Lo si usa per masochismo qualora si venga lasciati dal proprio partner. Ammettere: «È più forte di me, controllo sempre su WhatsApp a che ora si è collegata/o». 
X FACTOR
 Dà un senso alla lettera X in questo dizionario. 
YOUPORN
 Chi? Io? Mai. 
ZUZZERELLONE
 Usarlo solo quando si discetta di dizionari.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Giuseppe Culicchia


Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0           Copyright 2016 La Stampa           Bobby WorldWide Approved AAA